Nuovo Piano Strutturale e Piano Operativo

Montevarchi ha deciso di rivedere gli strumenti di Governo del Territorio con la redazione del Nuovo Piano Operativo (che sostituirà l'attuale Regolamento Urbanistico) e il nuovo Piano Strutturale. Parallelamente viene anche effettuata la Valutazione Ambientale Strategica V.A.S., comprensiva dello Studio d'incidenza, secondo i disposti della L.R. 10/2010, che accompagna l'intero percorso di pianificazione e si prolunga nella fase di monitoraggio che fa seguito ad esso.

Attraverso queste pagine, dove sono riportati i documenti prodotti nelle varie fasi che compongono la procedura, come stabilito dalla normativa regionale, è possibile seguire il percorso di stesura dei piani e contribuire alla loro formazione.

Dal 21.11.2019 al 21.12.2019 potranno essere presentati i contributi e istanze

Il periodo per la formulazione dei contributi relativi alla formazione dei nuovi strumenti di governo del territorio è terminata. Adesso gli uffici inizieranno la fase istruttoria dei contributi.
La prossima fase della pianificazione è la preparazione della conferenza di pianificazione con la Regione Toscana.

L'Amministrazione ha nominato Responsabile del Procedimento il dott. Ugo Fabbri e Garante dell'informazione e della partecipazione la Dott.ssa Paola Manetti. Il Garante ha il compito di assicurare la conoscenza effettiva e tempestiva delle scelte e dei supporti conoscitivi relativi alle fasi procedurali di formazione ed adozione degli strumenti della pianificazione territoriale e degli atti di governo del territorio, promuovendone, nelle forme e con le modalità più idonee, l'informazione verso i cittadini, singoli od associati.

1. Avvio del procedimento

Il primo passo per la redazione degli strumenti urbanistici è costituito dall'Avvio del procedimento, al quale si accompagna il Documento preliminare di V.A.S., trasmesso ai soggetti pubblici competenti in materia ambientale e gli Enti territoriali interessati che nei successivi novanta giorni possono fornire pareri, contributi ed apporti.

Con deliberazione n.209 del 24.10.2019 la Giunta Comunale ha dato avvio al procedimento di formazione dei nuovi Strumenti di Governo del Territorio ai sensi quanto previsto dalla L.R. n.65/2014 e dalla L.R. n.10/2010, avviando contestualmente anche il procedimento di conformazione del Piano Operativo e di adeguamento del Piano Strutturale al PIT/PPR nel rispetto dell’accordo tra MiBACT e la Regione Toscana sottoscritto in data 16/12/2016.

Ai sensi dell'art.39 del D.Lgs 33/2013 e s.m.i. sono pubblicati di seguito oltre alla Delibera di G.C. i seguenti elaborati allegati che ne fanno parte integrante e sostanziale:

2. Adozione

L'adozione degli strumenti urbanistici, con delibera del Consiglio Comunale, costituisce un passaggio fondamentale nella procedura di formazione dei piani.

Al momento dell'adozione entrano in vigore le norme e misure di salvaguardia.

Successivamente all'adozione, tutti i cittadini, o chiunque abbia interesse, possono presentare Osservazioni ai documenti adottati entro e non oltre 60 giorni dalla data di pubblicazione sul BURT dell'adozione stessa.

Contestualmente agli elaborati di progetto viene presentato il Rapporto Ambientale di V.A.S. con la Sintesi non tecnica che sono così messi a disposizione dei soggetti competenti in materia ambientale, delle organizzazioni e del pubblico.

3. Approvazione

È la fase conclusiva dell'iter procedurale relativo agli strumenti urbanistici: attraverso apposita Delibera il Consiglio Comunale approva in via definitiva il Piano Operativo ed il Piano Strutturale eventualmente modificati a seguito dell'accoglimento di osservazioni e pareri e sottoposti alla Conferenza paesaggistica ai sensi dell'art. 21 della Disciplina del Piano di Indirizzo Territoriale con valenza di Piano Paesaggistico.

Il provvedimento di approvazione è accompagnato dalla Dichiarazione di Sintesi di V.A.S.

Per l'effettiva entrata in vigore si dovrà attendere 30 giorni dalla pubblicazione dell'avviso di approvazione sul Bollettino Ufficiale Regione Toscana (BURT).